Il Patronato SENAS di ORTA NOVA assiste e tutela gratuitamente i cittadini in sede amministrativa e giudiziaria per il conseguimento delle prestazioni erogate da:

 

 

 

                     

 

 

 

Consulta il decreto Decreto Salva Italia

Assegno sociale

L' assegno sociale è una prestazione di carattere assistenziale che prescinde del tutto dal versamento dei contributi e spetta ai cittadini che si trovino in condizioni economiche disagiate ed abbiano situazioni reddituali particolari previste dalla legge.

 

La verifica del possesso dei requisiti viene fatta annualmente: l'assegno sociale è sempre liquidato con carattere di provvisorietà sulla base del reddito presunto.

Nell’anno successivo l’Inps opera la liquidazione definitiva o la modifica o la sospensione sulla base delle dichiarazioni reddituali rese dagli interessati.

 

L’assegno sociale non è soggetto a trattenute Irpef.

 

Non è reversibile ai familiari superstiti ed è inesportabile.



A CHI SPETTA

Hanno diritto all’assegno sociale i cittadini italiani che:

 

  • hanno compiuto il 65° anno di età;
  • risiedono effettivamente ed abitualmente in Italia;
  • sono sprovvisti di reddito, ovvero possiedono redditi di importo inferiore ai limiti stabiliti dalla legge.

In particolari condizioni possono averne diritto i cittadini comunitari, gli stranieri titolari di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno CE nel caso di cittadini soggiornanti di lungo periodo.

 

Dal 1° gennaio 2009, per avere diritto all'assegno sociale, come ulteriore requisito occorre avere soggiornato legalmente ed in via continuativa in Italia per almeno 10 anni.

 

REQUISITI PER IL DIRITTO


Per avere diritto all'assegno sociale si deve tenere conto dei redditi del richiedente e del coniuge. Se
la somma dei due redditi è superiore ai limiti suddetti non spetta l'assegno sociale.
Il diritto all'assegno sociale è subordinato alla condizione che l'interessato, se non coniugato, sia
sprovvisto di redditi propri, o possegga redditi di importo inferiore a quello dello stesso assegno
sociale. In questo caso la prestazione è attribuita in misura ridotta.
A differenza di quanto previsto per la pensione sociale l'assegno, o una quota di esso, spetta anche
nel caso in cui il richiedente abbia un reddito personale di importo superiore al limite individuale,
purchè il reddito complessivo cumulato sia inferiore al relativo limite di legge.
Per avere diritto all'assegno sociale si deve fare riferimento ai redditi dell'anno in cui si chiede. Dal
momento che non è possibile sapere a priori quale sarà il reddito dell'intero anno, l'interessato deve
presentare all'INPS una dichiarazione del reddito presunto sulla base di quello realizzato nell'anno
precedente; quindi l'assegno viene pagato provvisoriamente.
Nell'anno successivo - in base alla denuncia dei redditi dell'anno precedente - l'INPS provvede al
conguaglio di quanto pagato rispetto alla somma dovuta.


QUALI REDDITI SI CALCOLANO


Alla formazione del reddito concorrono i redditi di qualsiasi natura. Vediamo quali:


- redditi soggetti all'IRPEF al netto dell'imposizione fiscale e contributiva (stipendi, pensioni,
redditi di terreni e fabbricati, redditi da impresa e da lavoro autonomo, assegno di
mantenimento pagato al coniuge separato o divorziato, ecc.);


- redditi esenti da imposta (prestazioni assistenziali in denaro pagate con carattere di continuità
dallo Stato o da altri enti pubblici o da stati esteri, sussidi corrisposti dallo stato o da altri enti
pubblici a titolo assistenziale, prestazioni aventi natura risarcitoria pagate dallo stato italiano o
da stati esteri;


- pensioni ed assegni pagati dal Ministero dell'Interno ai ciechi civili, invalidi civili e sordomuti;


- pensioni di guerra;


- rendite vitalizie pagate dall'INAIL;


- pensioni privilegiate ordinarie "tabellari" per infermità contratte durante il servizio militare di
leva;


- redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta (vincite derivanti dalla sorte, da giochi
di abilità, da concorsi a premi, da pronostici e da scommesse, corrisposte dallo Stato, da
persone giuridiche pubbliche e private);


- redditi soggetti a imposta sostitutiva (interessi postali e bancari, interessi dei BOT, CCT e di
ogni altro titolo di stato, interessi, premi ed altri frutti delle obbligazioni e titoli similari,
emessi da banche e società per azioni, interessi delle obbligazioni e degli altri titoli compresi i
titoli emessi da enti pubblici economici trasformati per legge in società per azioni);


- assegni alimentari corrisposti a norma del codice civile;


- l'assegno sociale di cui è titolare il coniuge del richiedente.


NON COSTITUISCONO REDDITO


- I trattamenti di fine rapporto e le anticipazioni sugli stessi;


- le competenze arretrate soggette a tassazione separata;


- il proprio assegno sociale;- la casa di proprietà in cui si abita;


- la pensione liquidata, secondo il sistema contributivo, per un importo pari ad 1/3 della
pensione stessa e comunque non oltre 1/3 dell'assegno sociale;


- i trattamenti di famiglia;


- le indennità di accompagnamento di ogni tipo, gli assegni per l'assistenza personale
continuativa erogati dall'INAIL nei casi di invalidità permanente assoluta, gli assegni per
l'assistenza personale e continuativa pagati dall'INPS ai pensionati per inabilità;


- l'indennità di comunicazione per i sordomuti;


- l'assegno vitalizio pagato agli ex combattenti della guerra 1915-1918 e precedenti.


L'assegno può essere ridotto fino ad un massimo del 50% nel caso in cui l'interessato sia ricoverato
in istituti o comunità con retta a carico di enti pubblici.

 

 scarica qui la domanda 

 

Assegno Familiare

A CHI SPETTA

 

  • Ai lavoratori dipendenti in attività 
  • Disoccupati indennizzati 
  • Lavoratori cassintegrati 
  • Lavoratori in mobilità e impiegati in lavori socialmente utili; 
  • Lavoratori assenti per malattia e maternità; 
  • Lavoratori richiamati alle armi; 
  • Lavoratori in aspettativa per cariche pubbliche elettive e sindacali; 
  • Lavoratori per l’industria o marittimi in congedo matrimoniale; 
  • Assistiti per tubercolosi ; 
  • Pensionati ex lavoratori dipendenti; 
  • Caratisti imbarcati sulla nave da loro stessi armata e armatori e proprietari armatori; 
  • Soci di cooperative. 

L’assegno per nucleo famigliare, dall’1 gennaio 1998, spetta anche agli iscritti alla gestione separata dei lavoratori autonomi (collaboratori coordinati e continuativi, venditori porta a porta, liberi professionisti) 
L’assegno Nucleo Famigliare spetta anche ai lavoratori con contratto part-time:

 

  • Almeno 24 ore 

L’assegno spetta nella misura intera (cioè sei assegni giornalieri nella settimana) se la prestazione lavorativa 
settimanale è di durata non inferiore alle 24 ore. 
Se il lavoratore ha effettuato almeno 24 ore di lavoro in ogni settimana l’assegno spetta per tutti i giorni della 
settimana anche per il sabato, in caso di sabato non lavorato per settimana corta.

  • Meno di 24 ore 

Ai lavoratori in part-time, che lavorano meno di 24 ore settimanali, spetta l’assegno per il nucleo familiare 
solo per le giornate in cui vi sia stata effettiva prestazione lavorativa. In caso di settimana corta, il sabato non 
lavorato è escluso dal pagamento degli assegni.


QUANDO SPETTA


Quando i redditi complessivi del nucleo famigliare non superano i limiti stabiliti anno per anno 
dalla legge.


PER QUALI PERSONE SPETTA


Per i componenti del nucleo familiare, cioè


• il richiedente l'assegno


• il coniuge non legalmente ed effettivamente separato


• i figli (legittimi, legittimati, adottivi, affiliati, naturali, legalmente riconosciuti o 
giudizialmente dichiarati, nati da precedente matrimonio dell'altro coniuge, affidati a norma 
di legge) e i nipoti viventi a carico di ascendente diretto di età inferiore ai 18 anni


• i figli maggiorenni inabili che si trovano, per difetto fisico o mentale, nella assoluta e 
permanente impossibilità di dedicarsi ad un proficuo lavoro.

• Fanno parte del nucleo anche i fratelli, le sorelle ed i nipoti collaterali del richiedente minori 
di età o maggiorenni inabili a condizione che:

 

  • siano orfani di entrambi i genitori 
  • non abbiano diritto alla pensione ai superstiti.


• Le persone sopraindicate fanno parte del nucleo anche se 
non sono conviventi con il richiedente (ad eccezione dei figli naturali, legalmente riconosciuti da 
entrambi i genitori e dei nipoti in linea diretta, per i quali è richiesta la convivenza);

 

  • non sono a carico del richiedente 
  • non sono residenti in Italia (a determinate condizioni).Il familiare di cittadino straniero ha diritto all'assegno se è cittadino della Comunità Europea. Se invece è cittadino extracomunitario di un Paese non convenzionato, ha diritto all'assegno solo se risiede in Italia.


ATTENZIONE 
L'assegno per il nucleo familiare può essere pagato anche quando il nucleo sia composto da 
una sola persona che sia titolare di pensione ai superstiti (orfano o coniuge) sempre ché lo 
stesso sia minorenne o maggiorenne inabile.


QUALI REDDITI SI CONSIDERANO


Ai fini del diritto all'assegno, si considera la somma dei redditi complessivi assoggettabili all'IRPEF 
(imposta sul reddito delle persone fisiche) e i redditi di qualsiasi natura, ivi compresi - se superiori a 
€ 1032,92 - quelli esenti da imposta e quelli soggetti a ritenuta alla fonte percepiti da tutte le 
persone che fanno parte del nucleo familiare nell'anno solare precedente il 1°luglio di ciascun anno. 
I redditi da lavoro vanno considerati al netto dei contributi previdenziali ed assistenziali.


QUALI REDDITI NON SI CALCOLANO


Non sono considerati redditi, ai fini del diritto all'assegno:

 

  • le pensioni tabellari ai militari di leva vittime di infortunio; 
  • le pensioni di guerra; 
  • le rendite INAIL; 
  • le indennità di accompagnamento agli inabili civili, ai ciechi civili assoluti, ai minori 
  • invalidi non deambulanti; 
  • l'indennità ai ciechi parziali e ai sordi perlinguali; 
  • l'indennità di frequenza ai minori mutilati e invalidi civili; 
  • gli assegni di superinvalidità sulle pensioni privilegiate dello Stato; 
  • le indennità di accompagnamento ai pensionati di inabilità INPS; 
  • le indennità di trasferta per la parte esclusa da IRPEF; 
  • i trattamenti di famiglia; 
  • i trattamenti di fine rapporto o sue anticipazioni; 
  • gli arretrati delle integrazioni salariali. 

ALMENO IL 70%

L'assegno spetta solo se nel nucleo familiare la somma dei redditi derivanti da lavoro dipendente, da 
pensione o da prestazione previdenziale derivante sempre da lavoro dipendente è pari almeno al 
70% dell'intero reddito familiare.


LA DOMANDA 
Per ottenere il pagamento dell'assegno, l'interessato deve presentare domanda, utilizzando l'apposito modulo predisposto dall'INPS. Insieme alla domanda vanno presentati anche i documenti di volta in volta necessari, indicati nel 
modulo.


La domanda va presentata:

  • al proprio datore di lavoro, nel caso in cui il richiedente svolge attività lavorativa dipendente non agricola 

 

  • alla Sede dell'INPS, nel caso in cui il richiedente è pensionato, disoccupato, operaio agricolo, addetto ai servizi domestici e familiari, ecc. Cioè in tutti i casi in cui il pagamento è effettuato direttamente dall'INPS.


CHI PAGA L’ASSEGNO

  • Lavoratori 

Ai lavoratori in attività l'assegno viene pagato dal datore di lavoro in occasione del pagamento della 
retribuzione. Il datore di lavoro chiede poi all'INPS il rimborso delle somme pagate. 
Per colf, operai agricoli dipendenti, disoccupati, ecc., l'assegno viene pagato direttamente dall'INPS.

  • Ai pensionati

Ai pensionati l'assegno viene pagato direttamente dall'INPS insieme alla rata di pensione.


AUTORIZZAZIONE 
É necessaria la preventiva autorizzazione dell'INPS per corrispondere l'assegno per il nucleo 
familiare per i figli di separati, di divorziati, per figli naturali riconosciuti da entrambi i genitori, per 
fratelli, sorelle, nipoti, inabili per i quali non sia già documentata l'invalidità al 100%, per familiari 
residenti all'estero.

 

Consulta le Tabelle Assegno al Nucleo Familiare 2012/2013 

isuzu cikarang isuzu cikarang bekasi jakarta isuzu giga isuzu giga isuzu giga isuzu elf isuzu panther Dealer Isuzu Bekasi Cibitung Cikarang isuzu elf isuzu giga elf sparepart isuzu kredit isuzu harga isuzu promo isuzu dealer isuzu isuzu isuzu mobil isuzu bekasi isuzu online isuzu kita promo isuzu promo isuzu isuzu giga isuzu panther isuzu elf paket umroh Resep Masakan Resep Masakan